RILIEVI AMBIENTALI MARINI

 
SPECIALISTI NEI RILIEVI AMBIENTALI MARITTIMI A BARI E PROVINCIA
Fortunatamente, negli ultimi anni la sensibilità ambientale si è fatta decisamente più acuta, di conseguenze è sempre crescente il numero di norme, italiane ed europee, tese a salvaguardare l’ambiente. Un fattore decisamente importante per una regione come la Puglia, e in particolar modo nella provincia di Bari, che negli ultimi decenni ha conosciuto un sempre crescente flusso turistico dovuto proprio alle sue bellezze paesaggistiche e marine. È pertanto importante tenere sempre presente questa sensibilità e a maggior ragione la normativa vigente quando si tratta di operazioni che intervengono sull’ambiente. Quando questi interventi si concentrano specificamente su zone marine, l’aiuto di tecnici qualificati in rilievi ambientali marittimi come quelli della STES diventa fondamentale.
Grazie ad una elevata preparazione e ad attrezzature tecnologicamente avanzate, siamo pronti a far fronte alla richiesta sempre crescente di tali servizi, soprattutto nei mari della provincia di Bari.
COME SI EFFETTUANO I RILLIEVI AMBIENTALI MARITTIMI
Sono molti i modi utilizzati dalla STES per i suoi rilievi ambientali marittimi, effettuati principalmente nelle acque di Bari e provincia. In tutti i casi, richiedono l’uso di strumentazioni specifiche e all’avanguardia, un elemento che tieniamo in gran conto per essere certi di eseguire un lavoro impeccabile.
Alcuni sistemi di rilevazione ambientale marittima sono:
  • Rilevazione magnetometrica: permette di individuare, grazie ad un magnetometro, anomalie magneti sui fondali. Un sistema molto utile per individuare cavi elettrici sottomarini;
  • Side Scan Sonar: permette la scansione di ampie zone di fondale direttamente dal bordo dell’imbarcazione, riducendo i tempi dell’operazione;
  • Ecoscandaglio: sistema di acquisizione dati che permette l’elaborazione di mappe batimetriche, vale a dire delle profondità marine;
  • ROV (Remotely Operated Vehicle): si tratta di un piccolo veicolo-sonda controllato a distanza da un operatore, che in questo modo può controllare direttamente lo stato dei fondali.
Due sub dal basso
LE NORMATIVE SULL'IMPATTO AMBIENTALE 
    Come si diceva in precedenza, le normative si sono fatte via via sempre più dettagliate e stringenti in fatto ambientale, e il mare non fa certo eccezione. A indirizzare l’azione e a ridurre l’impatto ambientale delle attività umane sono intervenute diverse regolamentazioni; la più importante è senza dubbio la "MarPol 73/78" (Maritime Pollution), alla quale hanno aderito 154 Stati e che si prefigge l'obiettivo di eliminare gli sversamenti di idrocarburi e sostanze pericolose nelle acque. Successivamente l’Unione Europea ha emanato direttive, come la 2016/802, che regolano la presenza di zolfo nei combustibili tenendo presente il tipo di imbarcazione e soprattutto l’area geografica di riferimento.
    Per rilievi ambientali marittimi che tengano conto delle normative in vigore e delle specificità delle acque e dei fondali della provincia di Bari, rivolgetevi dunque agli esperti del territorio: chiamateci e saremo a vostra disposizione.
    Bargo caricato di contenitori esce dal porto, un avion passa vicino delle grue
    Share by: